10.1: Introduzione ad HTTP e JSON

Condividi su:

In questa nuova unità ci dedicheremo alle modalità di connessione ad internet per permettere alle nostre app lo scambio di dati con l’esterno, con il mondo.




Tutti dovreste sapere cos’è il web o world wide web (il famoso www con cui iniziano la maggior parte delle url).
Questo è uno dei principali, se non il principale, servizi internet che permette la navigazione e la fruizione di contenuti e servizi.
Tutto ciò è reso possibile grazie ad una serie di protocolli di rete (ovvero le regole da rispettare per permettere l’iterazione tra varie apparecchiature elettroniche) e da un modello di architettura di rete definito client-server.
In questo modello un client, che può essere ad esempio il nostro smartphone, si collega ad un server (che è un computer adibito ad ospitare risorse hardware/software da condividere) per richiedere la fruizione di un certo servizio.

Cos’è HTTP

Il protocollo che permette questa comunicazione è generalmente http (hypertext transfer protocol). Avrete notato infatti che alle url dei siti che visitate viene sempre, o quasi, anteposta proprio questa sigla, oppure https, che corrisponde alla variante sicura del protocollo.
Con questo protocollo viene messo in atto un meccanismo di richiesta/risposta. Il client, che generalmente è il browser installato sul dispositivo che stiamo utilizzando, richiede al server un determinato servizio. Quest ultimo, che è posto in ascolto di eventuali richieste, appena ne riceve una fornisce la risposta, che altro non è che il servizio richiesto. Ci sono quindi due tipi di messaggi scambiati, quelli di richiesta e quelli di risposta. Una volta che è stata fornita la risposta, e quindi evasa la richiesta, la connessione viene chiusa.

Cos’è JSON

Il formato più utilizzato per lo scambio di informazioni tra client e server è JSON. Questa sigla sta per Javascript Object Notation. Pur essendo basato sul linguaggio Javascript è completamente indipendente da questo.
Attraverso questi oggetti è possibile scambiare dati nella maggiorparte dei tipi primitivi: booleani, interi, virgola mobile, stringhe, array, array associativi (mappe) e null.
JSON è indipendente dal linguaggio utilizzato, infatti tutti i linguaggi possono leggere o effettuare il parsing di questi oggetti. Essendo basato su javascript è facile da capire, inoltre è molto più efficiente di XML in questo ambito.



Essendo JSON il metodo più utilizzato per lo scambio dati, sfrutteremo questo all’interno delle nostre app. Nei prossimi articoli vedremo come.

Condividi su:

label, , ,

About the author